Vettel è pronto: “a Monza per rompere il tabù”. Leclerc vuole il bis.

Dopo la vittoria di Charles Leclerc a Spa, la prima della Ferrari nel Mondiale di F1 2019, il pilota francese e Sebastian Vettel arrivano a Monza per cercare un successo che alla Rossa manca da tempo. È infatti dal 2010, quando Fernando Alonso guidava la F10, che il Cavallino non trionfa sul circuito monzese.

VETTEL: “È MANCATO L’ULTIMO STEP” 

Vettel è più carico che mai, e con la scuderia di Maranello non ha mai trovato la vittoria andandoci però vicino varie volte. Nel 2008, quando era alla guida della Toro Rosso motorizzata Ferrari, riuscì a trionfare per la prima volta. “Allora guidavo un motore Ferrari, ma non ero alla rossa – ha commentato il tedesco -. Negli scorsi anni ci siamo stati molto vicini, ma è sempre mancato l’ultimo step”. Il Mondiale oramai è quasi del tutto compromesso in favore di Lewis Hamilton e della sua Mercedes, ma Seb è convinto che la sua monoposto possa finire davanti a tutti. Occorre però “identificare l’assetto ideale per Monza, che non è però semplice trovare. Se ci si riesce allora tutto diventa più facile e, una volta preso il ritmo, è anche molto divertente.

LECLERC CERCA IL BIS

Leclerc vuole cercare il bis, dopo Spa, proprio davanti ai tifosi della Ferrari. Per lui sarà il primo GP in Italia alla guida della rossa. “A Monza festeggeremo 90 anni dalla fondazione della Scuderia Ferrari, così come la novantesima edizione di una delle gare più iconiche del campionato, il Gp d’Italia – ha detto il pilota monegasco -. Fin da quando ero un bambino ho sognato di poter essere un giorno pilota del team di Maranello, uno dei più rappresentativi della Formula 1, e va da sé che questa prima volta a Monza con la scuderia Ferrari per me sarà molto speciale. Daremo il massimo per cercare di portare a casa un grande risultato e rendere ancora una volta i tifosi orgogliosi di noi”.

BINOTTO: “PERFETTI COME A SPA”

Fiducioso come Vettel e Leclerc è anche il team principal Ferrari, Mattia Binotto. “Presentarsi al Gran Premio di casa dopo la vittoria di Spa è senza dubbio il modo migliore per arrivare a Monza”, ha commentato. “Soprattutto per ringraziare i nostri tifosi che tanto ci hanno supportato in questa stagione, fin qui non delle più facili”. “Abbiamo visto in Belgio che per vincere dobbiamo essere perfetti su ogni fronte e il nostro impegno è fare altrettanto anche a Monza – ha concluso Binotto -. Non ci sarà margine di errore. Correre davanti ai nostri tifosi ci dà sempre una spinta in più e una motivazione ulteriore a fare bene. Dopotutto non c’è un podio più bello di quello di Monza così come non esiste un pubblico migliore di quello italiano”.

ABOUT THE AUTHOR

ad min

Leave A Comment